vai alla pagina home
vai alla pagina del chi siamo
vai alla pagina dei contatti
vai alla pagina dele nostre campagne
il parco di monza (carta d'identità)
vai alla pagina della storia del Parco
vai alla pagina che ti illustra la natura nel parco
vai alla pagina della bibliografia
vai al sito del Comitato "la Villa Reale è anche mia
il nostro album dei ricordi
vai alla pagina dei documenti
vai alla pagina degli eventi
S t a t u t o


Lo statuto in versione PDF.  


Art. 1 - COSTITUZIONE
Il Comitato Per il Parco Antonio Cederna è una libera associazione senza scopo di lucro ed apartitica costituita nel 1994.


Art. 2 - SEDE
L'Associazione ha sede legale a Monza.


Art. 3 - FINALITA'
L'Associazione ha lo scopo di promuovere la conoscenza e l'uso pubblico di tutte le aree e le strutture del complesso Parco-Villa Reale di Monza quale spazio di prevalente interesse ambientale, culturale-turistico, ricreativo e di benessere psicofisico, in grado di accogliere un'ampia e differenziata utenza, e di promuovere la tutela e la rivalorizzazione del Parco di Monza quale complesso di rilevanza internazionale. In aggiunta agli strumenti di cui al successivo Art. 4, l'Associazione può inoltre appoggiare, partecipare od organizzare eventuali iniziative di difesa dell'ambiente e del patrimonio artistico e culturale.


Art. 4 - STRUMENTI
Per il raggiungimento degli obiettivi di cui all'Art. 3, l' Associazione operera' con:
   a) la promozione di iniziative volte a sensibilizzare la cittadinanza;
   b) la definizione di proposte e soluzioni;
   c) la promozione di incontri con le Istituzioni;
   d) la raccolta di adesioni nel mondo della cultura, della politica, dell'economia, anche a livello nazionale ed europeo.



Art. 5 - ADESIONE
All'Associazione possono aderire persone fisiche, giuridiche ed enti che condividano lo spirito e le finalità dell'Associazione, che ne facciano richiesta e siano accettati. Enti e persone giuridiche si intenderanno rappresentati all'interno dell'associazione dal rispettivo Legale Rappresentante o da persona dallo stesso espressamente delegata. La richiesta di ammissione comporta l'accettazione da parte dell'associato di tutte le norme del presente Statuto, dei regolamenti e delle delibere assunte dagli organi dell'Associazione.


Art. 6 - ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE
Sono organi dell'Associazione: 1) l'Assemblea dei Soci; 2) Il Consiglio Direttivo composto da 5 membri tra cui il Tesoriere, il Presidente, il Vice Presidente e il Segretario. Tutte le cariche sono ricoperte in forma gratuita. Potrà essere nominato un Presidente onorario senza poteri di gestione.


Art. 7 - QUOTE ASSOCIATIVE
L'Associazione Comitato per il Parco non ha scopi di lucro. Le quote associative saranno totalmente utilizzate per il finanziamento delle iniziative del Comitato stesso. Si fissa il valore iniziale in € 5 annue. L'Assemblea determinerà di anno in anno eventuali variazioni.


Art. 8 - ASSEMBLEA
L'Assemblea generale è costituita dai Soci in regola con il versamento delle quote sociali. Spetta all'Assemblea dei soci:
   a) Eleggere il Consiglio Direttivo, ove non eletto all'Atto Costitutivo;
   b) Deliberare su eventuali modifiche allo Statuto;
   c) Deliberare sul bilancio preventivo e relativo programma di attività e sul conto consuntivo e la relazione illustrante l'opera svolta;
   d)Decidere lo scioglimento dell'Associazione.



Art. 9 - CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA
L 'Assemblea viene convocata dal Presidente almeno una volta all'anno. Può essere altresì convocata su domanda indirizzata al Consiglio Direttivo, firmata da almeno un terzo dei soci e tutte le volte che il Presidente o il Consiglio Direttivo lo ritengano necessario.
La convocazione dell'Assemblea è fatta mediante avviso inviato via posta ordinaria, posta elettronica o inserimento nel sito del Comitato. L'avviso di convocazione deve essere effettuato almeno dieci giorni prima della data fissata e deve contenere il giorno, l'ora e il luogo della prima e della seconda convocazione, nonchà l'elenco degli oggetti da discutere.



Art. 10 - VALIDITA' DELL'ASSEMBLEA
Perchà l'Assemblea sia valida in prima convocazione, occorre che sia presente almeno la metà dei Soci in regola con le quote sociali. In seconda convocazione l'Assemblea è valida qualunque sia il numero dei Soci presenti.Sono ammese deleghe dei soci che non possono presenziare all' Assemblea.


Art. 11 - VALIDITA' DEGLI ATTI
Per la validità degli atti adottati dall'Assemblea occorre la maggioranza dei Soci presenti. Per la validità degli atti relativi allo Statuto, e ogni sua modifica, occorre la presenza della maggioranza assoluta degli iscritti aventi diritto al voto e la deliberazione è valida con la maggioranza dei due terzi dei presenti.


Art. 12 - proposte
In sede di Assemblea i Soci possono avanzare proposte che ritengono utili al conseguimento degli scopi sociali. Le proposte devono risultare dall'apposito verbale steso dal Segretario e firmato dal Presidente.


Art. 13 - soci
Sono Soci ordinari tutti coloro che ne fanno domanda e versano la quota annua determinata annualmente dall'assemblea, e la loro ammissione è libera, purchà si riconoscano nelle finalità dell'Associazione. Il Consiglio Direttivo può dare la qualifica di Socio benemerito a tutti quegli enti o persone che arrecano particolari benefici morali e materiali all'Associazione.
La qualità di Socio si perde, oltre che per decesso, per dimissioni o rinuncia, per morosità e incompatibilità. Sulle esclusioni per incompatibilità decide il Consiglio Direttivo.
I Soci ordinari hanno diritto:
   a) a partecipare alla designazione dei membri che dovranno formare il Consiglio Direttivo;
   b) ad essere designati membri del Consiglio Direttivo;
   c) a partecipare alle Assemblee generali con diritto di discussione e di voto.
Per un corretto rapporto di fiducia e trasparenza e al fine di ottimizzare le risorse disponibili, i Soci sono invitati a comunicare all'Associazione incarichi professionali, attivita' o iniziative che possano essere in contrasto con le finalita' di cui al precedente Art. 3.



Art. 14 - CONSIGLIO DIRETTIVO
   a) E' composto da 5 membri;
   b) Durano in carica 3 anni e sono rieleggibili;
   c) Nomina tra i Consiglieri il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario e il Tesoriere, qualora non nominati dall'Assemblea;
   d) I membri del Consiglio perdono la loro qualifica per decesso, per dimissioni o rinuncia;
   e) I membri del Consiglio e il Presidente, nei casi di cui al comma (d) del presente articolo, sono sostituiti dai primi dei non eletti all'ultima votazione e, in caso di impossibilità, viene convocata l'Assemblea dei soci;
   f) Il Consiglio adotta gli atti per il funzionamento dell'Associazione, forma il bilancio di previsione e il conto consuntivo, nonchà i piani di azione e le relazioni a essi allegate che sottopone all'Assemblea entro e non oltre i quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio cui si riferisce;
   g) Il Consiglio è convocato dal Presidente sempre che lo ritenga opportuno e comunque una volta al trimestre, oppure quando ne sia fatta richiesta scritta da almeno due consiglieri;
   h) Per la validità delle riunioni del Consiglio occorre la maggioranza dei suoi membri e le decisioni sono prese con il voto favorevole della maggioranza dei votanti;
   i) Sono di competenza del Consiglio, oltre che le attribuzioni espressamente indicate dallo Statuto, tutti i poteri atti ad assicurare l'ordinaria e straordinaria amministrazione dell'Associazione.
Il Consiglio Direttivo può nominare commissioni di lavoro con mandati che sono definiti all'atto della nomina.



Art. 15 - IL PRESIDENTE
   a) Il Presidente rappresenta legalmente l'Associazione di fronte a terzi.
   b) E' responsabile assieme agli altri Consiglieri della esecuzione degli atti deliberativi e della tenuta dei registri, dai quali risulta la gestione contabile dell'Associazione..



Art. 16 - IL VICE PRESIDENTE
Fa le veci del Presidente quando questi è assente.


Art. 17 - IL SEGRETARIO
Il Segretario assiste gli organi sociali nell'applicazione delle loro attribuzioni, redige i verbali delle deliberazioni adottate. In caso di assenza o di impedimento, può essere sostituito da altro consigliere o socio designato dal Consiglio.


Art. 18 - IL TESORIERE
Controlla la gestione delle quote sociali e del patrimonio dell'Associazione e ne riferisce al Consiglio..


Art. 19 - LIBRI
L'Associazione Comitato per il Parco deve redigere il libro dei Soci, il libro inventario, il registro delle deliberazioni dell'Assemblea dei Soci, il registro delle deliberazioni del Consiglio Direttivo, il libro cassa.


Art. 20 - FINANZIAMENTI
I proventi con i quali l'Associazione Comitato per il Parco provvede alla propria attività sono: le quote dei Soci, contributi da vari Enti pubblici o privati, somme provenienti da elargizioni o donazioni, contratti di sponsorizzazione e ogni altra entrata.


Art. 21 - PATRIMONIO
Il patrimonio è costituito da beni mobili e immobili di proprietà dell'Associazione, inclusa la raccolta, effettuata negli anni, di documenti e norme in materia ambientale e specificatamente riguardanti il Parco di Monza, raccolta che costituisce un archivio di notevole rilevanza. La denominazione e il logo del sodalizio appartengono all'Associazione.


Art. 22 - ESERCIZIO FINANZIARIO
L'esercizio finanziario inizia al 1° di gennaio e termina il 31 dicembre. Alla fine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo redige il bilancio consuntivo dell'esercizio passato e quello preventivo per l'esercizio futuro e li sottopone alla Assemblea dei Soci, accompagnandoli da una relazione.


Art. 23 - INCARICHI A TERZI
L'Associazione Comitato per il Parco, ove si rendesse strettamente necessario e il suo bilancio lo consentisse, può conferire incarichi a terzi mediante deliberazione del Consiglio Direttivo, fissandone i compiti, l'eventuale compenso e la durata.


Art. 24 - SCIOGLIMENTO
Nel caso di scioglimento dell'Associazione per qualsiasi motivo, l'Assemblea nomina uno o più liquidatori allo scopo di accertare la consistenza patrimoniale. Il netto ricavato sarà devoluto in beneficenza a un Ente civile e morale scelto dall'Assemblea.


Art. 25 - CLAUSULA ARBITRALE
In presenza di eventuali controversie tra i Soci e il Consiglio Direttivo, tra i Consiglieri, tra i Soci, il Consiglio Direttivo provedera' alla nomina di un Arbitro che provvedera a comporre amichevolmente la controversia tra le parti, ex bono et equo, e senza formalita' procedurali.


Art. 26 - DURATA
L'Associazione Comitato per il Parco A. Cederna ha durata illimitata.


Art. 27 - NORMA FINALE
Per quanto non espressamente contemplato dal presente Statuto, valgono, in quanto applicabili, le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti.


logo dello statuto
paesaggio invernale
mappa del parco  |    |  mappa sito  |  newsletter  |  petizioni  |  segnala il sito
 Via Raiberti 5, 20900 Monza (MB) - tel 039 382147
Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS